Organizzazione

immagine

Nicola Pirrone

direttore CNR-IIA

Il Dr. Nicola Pirrone laureato (1989) in Ingegneria Nucleare presso l’Università di Pisa ha lavorato come post-doc (1989-1997) allo IIASA (International Institute for Applied Systems Analysis) a Vienna e alla University of Michigan ad Ann Arbor. Attualmente è direttore dell’Istituto sull’Inquinamento Atmosferico del CNR e Adjunct Professor of Environmental Health Sciences, School of Public Health, University of Michigan.

Segreteria: +39.06.90672833

Fax: +39.06.90672472

E-Mail: pirrone@@@iia.cnr.it

Short CV

Mission

AMPLIARE LA CONOSCENZA DEI MOLTEPLICI MECCANISMI DI EMISSIONE, TRASFORMAZIONE E TRASPORTO DEGLI INQUINANTI ATMOSFERICI CONIUGANDO COMPETENZE MULTIDISCIPLINARI NELLO SVILUPPO DI NUOVE ED INNOVATIVE TECNOLOGIE E METODOLOGIE DI INDAGINE.

Segretario Amministrativo

Tiziana Davanzo

Telefono: +39.0690672549

Mail: davanzo@@@iia.cnr.it

Il Consiglio d’Istituto

Cristiana Bassani

Cristiana Bassani

Ricercatore

email: cristiana.bassani@@@iia.cnr.it

Tiziana Davanzo

Tiziana Davanzo

Collaboratore di Amministrazione

email: davanzo@@@iia.cnr.it

Antonello Pasini

Antonello Pasini

Ricercatore

email: pasini@@@iia.cnr.it

Paolo Ceci

Paolo Ceci

Primo Tecnologo

email: ceci@@@iia.cnr.it

Paolo Mazzetti

Paolo Mazzetti

Ricercatore

email: mazzetti@@@iia.cnr.it

Carola Poggi

Carola Poggi

Funzionario d'Amministrazione

email: c.poggi@@@iia.cnr.it

Sergio Cinnirella

Sergio Cinnirella

Ricercatore

email: cinnirella@@@iia.cnr.it

Carla Mazziotti

Carla Mazziotti

Tecnologo

email: mazziotti@@@iia.cnr.it

Laura Ragazzi

Laura Ragazzi

Primo Tecnologo

email: l.ragazzi@@@iia.cnr.it

Le nostre sedi

Sede principale

Area Ricerca Roma 1

Fondato nel 1968 dal Prof. Arnaldo Liberti, ordinario di Chimica Analitica dell’Università La Sapienza di Roma, l’Istituto sull’Inquinamento Atmosferico del CNR focalizzò da subito la propria mission  nello sviluppo di metodi e di nuove tecnologie innovative per la determinazione delle concentrazioni di molti inquinanti organici ed inorganici presenti in atmosfera. L’intervento dell’Istituto nel fornire consulenze scientifiche all’allora Ministero dell’Ambiente sulle problematiche ambientali dovute all’inquinamento atmosferico  da Diossina nel 1976 a Seveso, ha promosso nel tempo  il potenziamento delle l’attività di ricerca nel settore del monitoraggio industriale e della caratterizzazione delle emissioni.

Dal 1980 la sede principale dell’istituto  è situata presso l’Area della Ricerca del CNR Roma 1 e la disponibilità di nuovi spazi ed infrastrutture scientifiche ha dato slancio ad attività di ricerca di rilevanza nazionale ed internazionale nel campo della valutazione della composizione chimica, concentrazione e provenienza degli inquinanti atmosferici al fine di determinare la qualità dell’Aria ambiente. Oggi i ricercatori e tecnologi dell’Istituto sono impegnati in attività di ricerca e sviluppo tecnologico nei settori delle emissioni industriali, della qualità dell’aria in aree urbane e industriali, dell’inquinamento indoor, del ciclo di inquinanti in aree polari e dei sistemi osservativi da piattaforme a terra, aerotrasportate e satellitari per la caratterizzazione dei fattori di antropizzazione e della qualità ambientale. L’Istituto è impegnato in programmi di rilevanza nazionale, europea e internazionale e fornisce supporto tecnico-scientifico alle Amministrazioni Pubbliche, tra queste il Ministero dell’Ambiente, il Ministero della Difesa, Regioni e Comuni, nonché ad Enti Privati nella risoluzione delle molteplici problematiche ambientali.

 

Via Salaria Km 29,300 00015 Monterotondo Roma

Tel: 06 90625349

Fax: 06 90672660

Email: direzione@@@iia.cnr.it

Rende

Rende

La sede secondaria di Rende è stata costituita formalmente con i Decreti no.11 del 15 e 13 Marzo 2002 secondo quanto previsto dall’Art.3 del Decreto Ordinamentale no. 15787 del 12 Febbraio 2001 di costituzione dell’Istituto. L’attività della U.O.S. di Rende è stata avviata nell’Aprile 1998 in seguito ad un accordo bilaterale stipulato nel Novembre del 1996 tra l’Università della Calabria e l’Istituto sull’Inquinamento Atmosferico del CNR con l’obiettivo di sviluppare in Calabria un’attività di ricerca finalizzata allo studio delle dinamiche degli inquinanti nell’area Mediterranea e di incentivare sinergie per pervenire a fornire supporto agli Enti locali preposti alla tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale regionale. La U.O.S. di Rende è situata in un edificio di ca. 700 mq, è dotata di laboratori avanzati di chimica ambientale, di modellistica atmosferica e sviluppo di sistemi interoperabili. Inoltre è dotata di due siti permanenti per lo studio della chimica dell’atmosfera situati a livello del mare e nel Parco Nazionale della Sila.

Responsabile: Dr.ssa Francesca Sprovieri

 

c/o UNICAL Polifunzionale 87036 Rende,Cosenza

Tel: 0984 493213 – 493214

Fax: 0984 493215

Email: uosrende@@@iia.cnr.it

Firenze

Firenze

La sede secondaria di Firenze è stata costituita formalmente con provvedimento del presidente del CNR n. 26 – prot. n. 0021832 del 15/04/2013, di modifica del Decreto Ordinamentale no. 15787 del 12 Febbraio 2001 di costituzione dell’Istituto.

Ricerca e sviluppo di metodologie e tecnologie innovative per i dati multi-disciplinare e l’interoperabilità e condivisione delle informazioni. In particolare per consentire la scienza del sistema Terra e affrontare le sfide poste dai cambiamenti globali. I principali temi di ricerca della nostra divisione di Firenze includono ma non sono limitati a quanto segue:

  • Anticipo dei sistemi informativi di osservazione della Terra -sia in situ e telerilevamento;
  • Sviluppare tecnologie innovative di intermediazione e di intermediazione per integrare norme e ridurre le attuali barriere di ingresso per l’interoperabilità e la condivisione dei dati;
  • Sviluppare modelli di dati efficaci per quanto riguarda gli aspetti spazio-temporali, nonché la loro accessibilità e l’interoperabilità; – Sviluppare veloce cyber-infrastruttura per la gestione dei Big Data;
  • Incertezza Indirizzo e qualità sfide derivanti dai dati e servizi web concatenamento;
  • Applicare finale Information Technology ai domini Scienza della terra per consentire la ricerca di integrazione, condivisione delle risorse, l’interoperabilità multidisciplinare, e il supporto responsabili politici;
  • Affrontare le sfide politiche e condivisione dei dati; Per quanto riguarda questi temi sono interessati, l’UOS ha guadagnato una reputazione internazionale nel quadro di due importanti iniziative:
  • La Direttiva INSPIRE europea;
  • Il Global Earth Observation System of sistema programma lanciato dal G8 e gestito da GEO (Group on Earth Observation).

In questo quadro la sede secondaria ha svolto un ruolo importante in diversi progetti finanziati dalla Commissione Europea, come ad esempio: EuroGEOSS, GeoViQua, e EGIDA.

Responsabile: Dr. Stefano Nativi       Short CV  

Via Madonna del Piano, 10 Sesto Fiorentino (FI)

Tel: +39 055 522 6580

E-mail: uosfirenze@@@iia.cnr.it

Roma

Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

La sede secondaria di Roma è stata costituita formalmente con provvedimento del presidente del CNR n. 26 – prot. n. 0021832 del 15/04/2013, di modifica del Decreto Ordinamentale no. 15787 del 12 Febbraio 2001 di costituzione dell’Istituto.

Le attività sono finalizzate al Trasferimento di conoscenze tecnico-scientifiche per la produzione e l’attuazione della normativa sull’inquinamento atmosferico e ambientale.

Le attività che vedono coinvolta la sede di Roma, sebbene istituita nel 2013, hanno impegnato l’IIA a partire dal 1998, che ha operato sulla base di specifici Accordi ed Atti convenzionali con diverse Direzioni Generali del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

In particolare la sede secondaria di Roma è impegnata in attività relative a diversi progetti nei seguenti temi ed ambiti:

– Accordo di Collaborazione, tra MATTM-DVA, CNR-IIA, ENEA ed Istituto Superiore di Sanità, per l’avvio delle Reti Speciali di cui al D.Lgs. 155/2010; – Supporto allo svolgimento delle attività connesse all’AIA per l’attuazione dell’IPPC in Italia, con particolare menzione alle aree con criticità ambientali a prevalente origine industriale e agli obblighi di cui alle direttive 96/82/CE, 2003/105/CE e 96/61/CE; – Registrazione, Valutazione, Autorizzazione e Restrizione delle Sostanze Chimiche (Reg. REACH) e “Acquisti Pubblici Verdi” (GPP); – Assistenza Tecnico-Scientifica in materia di Ricerca, Innovazione Ambientale, Prevenzione e Riduzione dell’Inquinamento e delle Emissioni dei Gas Serra in Ambito Nazionale, Europeo ed Internazionale

Responsabile: Dr. Antonio Fardelli 

 

c/o Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Via C. Colombo, 44, 00154 Roma

Tel: +39.0657225917

Fax: +39.0657225087

Email: uosroma@@@iia.cnr.it