RECEPIT

Recupero materiali

18 mesi

€ 700.000

I

In corso

 

Descrizione

ReCePIT punta l’attenzione sul recupero e il riutilizzo della cellulosa da prodotti di scarto, quali i Prodotti Sanitari Assorbenti (PSA); attraverso alcuni trattamenti chimico fisici saranno studiate varie possibilità, e in particolare saranno realizzati dei pannelli isolanti termici con cui sarà costruita una stanza laboratorio dove saranno verificate le proprietà di basso impatto ambientale e massimo confort.

Il progetto è iniziato a fine giugno 2018 e durerà 18 mesi; è finanziato dalla Regione Lazio attraverso l’Avviso Pubblico “KETS tecnologie abilitanti” (POR FESR Lazio 2014-2020, Asse I – Ricerca e innovazione e Asse 3 – Competitività)

Finalità

Il progetto si propone di studiare vari metodi alternativi per l’utilizzo della cellulosa recuperata, da prodotti di scarto, quali i Prodotti Sanitari Assorbenti (PSA); con questa saranno prodotti innovativi pannelli isolanti termici, tessuti (viscosa, rayon, acetati), sistemi di trattamento aria (filtri), con vantaggio dal punto di vista economico ed ambientale, e grande stimolo per una buona gestione dei rifiuti urbani. Sarà inoltre considerato l’utilizzo per fini energetici. La finalità è incentivare la raccolta differenziata e il recupero di una tipologia di scarto che normalmente è gettata nei rifiuti indifferenziati. Attraverso la dimostrazione della fattiva possibilità di riutilizzo, con i dati di impatto ambientale ed economico, si vuole incrementare l’economia circolare italiana sfruttando le capacità e la creatività dei ricercatori italiani.

Risultati attesi dal progetto

  • Avere una procedura ottimizzata per ottenimento di un pannello isolante termico e/o dei fiocchi di fibre da PSA
  • Ottenere il primo prototipo di pannello isolante termico e/o dei fiocchi di fibre da PSA
  • Avviare la procedura di certificazione del prodotto ottenuto
  • Valutare i possibili ulteriori usi della cellulosa da PSA

Lo sviluppo del progetto prevede una sinergia fra i soggetti afferenti al mondo della ricerca e quelli del settore della consulenza; in tal modo i risultati ottenuti attraverso analisi di laboratorio e studi sperimentali saranno costantemente condivisi al fine di trasferire le conoscenze acquisite. Dal punto di vista della ricerca industriale, la presenza di qualificati Istituti del CNR permette di sfruttare facilities sperimentali, strumenti di calcolo ed esperienze multidisciplinari che sarebbero difficili da procurarsi singolarmente: in particolare, la barriera di accesso a tali facilities è molto alta per le PMI. La valorizzazione e il trasferimento dei risultati scientifici e tecnologici sviluppati negli Istituti del CNR ricopre un ruolo fondamentale nel progetto, essendo il motore per accompagnare la transizione da un tessuto produttivo manifatturiero alla cosiddetta società basata sulla conoscenza.

 

Partecipanti

  • AzzeroCO2 – COORDINATORE
  • Modoolab
  • CNR-IIA
  • CNR-ISMN
Francesco Petracchini

Francesco Petracchini

Responsabile Scientifico

email: petracchini@@@iia.cnr.it